Presentazione

 

Era il 9 dicembre 2001 quando Mstislav Rostropovich accettava la Presidenza Onoraria della nascente Orchestra da Camera I Solisti di Pavia, nata dalla passione di Enrico Dindo e dall’impegno della Fondazione Banca del Monte di Lombardia.

In più di 10 anni di attività I Solisti hanno raggiunto livelli di eccellenza grazie al talento e all’entusiasmo del direttore Enrico Dindo, costituendo così una presenza importante per Pavia e una realtà consolidata nel panorama musicale sia italiano che estero.

Nel Giugno 2002 I Solisti hanno realizzato la loro prima tournée internazionale esibendosi in concerti a Mosca, San Pietroburgo, Vilnius, ai quali sono poi seguiti nel 2004 due importanti appuntamenti a Beirut e ad Algeri, dove hanno suonato in occasione della chiusura del Semestre di Presidenza Italiana dell’Unione Europea, e nel 2006 una lunga tournée che ha toccato i principali teatri del Sud America. Nel 2008 e 2009 hanno inaugurato il "Malta Festival" nella prestigiosa cornice di Palace Cluyard.

Nel novembre del 2011, I Solisti di Pavia hanno debuttato al Teatro alla Scala di Milano e al Teatro dell’Ermitage di San Pietroburgo.

La città di Pavia li ha visti spesso esprimersi in cicli monografici autunnali di tre concerti, che sinora hanno visto le esecuzioni dei 6 Concerti Brandeburghesi di Bach accostati alle 6 Suites per violoncello solo, delle 13 Sinfonie per Archi del giovane Mendelssohn, dei 12 Concerti Grossi di Händel e dei 12 Concerti Grossi op. 6 di Corelli, della musica da camera di L.V.Beethoven e J.Brahms e nel consueto appuntamento con il Concerto di Pasqua.

Parallelamente all’attività concertistica I Solisti di Pavia hanno dedicato  il proprio impegno anche a favore della solidarietà, dell’arte e della ricerca come confermano i concerti tenuti negli scorsi anni a favore dell’Istituto Missioni Estere, del CeLIM, del FAI, e dell’Associazione Amici di Edoardo Onlus.

I Solisti di Pavia hanno intrapreso l'attività discografica con l'etichetta Velut Luna. A questo cd, che include pagine di Tchaikovsky e Bartók, sono seguiti altri tre cd rispettivamente contenenti musiche di Rota, Respighi, Martucci e Puccini, musiche di Shostakovich, Stravinskij e Françaix e opere di alcuni tra i più importanti compositori italiani del momento – Carlo Boccadoro, Carlo Galante e Roberto Molinelli – che hanno dedicato le loro opere espressamente al gruppo.

La rivista Amadeus ha dedicato loro il numero di gennaio 2006 con un cd contenente l’Haus Holberg Zeit di Greig, la Simple Symphony di Benjamin Britten e la Little Suite di Nielsen.

Insieme ad Enrico Dindo hanno inciso, per DECCA, 6 concerti per violoncello e archi di A.Vivaldi nel 2011 e  i 3 Concerti per violoncello e archi di C.P.E.Bach nel 2012. 

Sempre per Decca, alla fine del 2013, è stato pubblicato ENRICO DINDO & I SOLISTI DI PAVIA recording KAPUSTIN & PIAZZOLLA.

Tra il 2012 e il 2014 I Solisti di Pavia, diretti da Enrico Dindo, si sono esibiti per le più importanti stagioni concertistiche in varie città italiane quali Ravello, Varese, Torino, Pistoia, Forlì, Pavia, Treviso, Ravenna, Sassari, Siena, Brescia, Verona oltre che a Losanna (CH) presso la Salle Paderewski, alla Basilica di Sant’ Eustorgio a Milano e al Teatro Fraschini di Pavia.

Il 21 novembre 2014 I Solisti di Pavia hanno inoltre fatto il loro esordio alla prestigiosa Salle Gaveau di Parigi con grande riscontro di pubblico e critica e il 21 dicembre 2014 hanno celebrato il loro 13° compleanno con un concerto speciale, “Valentina! Un violoncello a fumetti”, che ha portato a coniugare l’arte fumettistica di Guido Crepax con le composizioni di Jorge Bosso.

Dinamico e attento alle esigenze del pubblico, l’ensemble sta ideando iniziative di comunicazione mediatica dal carattere fortemente innovativo; nel 2015 e 2016 I Solisti di Pavia saranno impegnati in una serie di concerti in Italia, Europa e Sud America, confermandosi come uno dei più prestigiosi ensemble nel panorama internazionale. 

Nel Dicembre 2011 - grazie all’impegno e al supporto della Fondazione Banca del Monte di Lombardia che da 15 anni sostiene le attività dell’ensemble – l’Orchestra I Solisti di Pavia si è costituita in “Fondazione I Solisti di Pavia" con l’obiettivo di valorizzare la cultura musicale e di favorire, sul territorio nazionale ed internazionale, la conoscenza della Città di Pavia e delle sue iniziative artistiche e culturali.

La “Fondazione i Solisti di Pavia” si propone anche come finalità quella di programmare, organizzare e gestire la produzione musicale e la stagione concertistica dell’ensemble I Solisti di Pavia, nonché le attività della “Pavia Cello Academy” - la prima Accademia del Violoncello sorta in Italia, il cui Direttore Artistico è il Maestro Enrico Dindo -  organismo di promozione e formazione musicale di artisti e cultori del violoncello, che promuove, tra le altre cose, interventi di didattica musicale nelle scuole e varie attività formative per gli studenti. 

Con le loro proposte eclettiche, I Solisti di Pavia diretti da Enrico Dindo riescono a creare con il loro pubblico una sorta di rapporto “dialettico” proponendo, in alcuni casi, brani di autori giovani e contemporanei talvolta sconosciuti o quasi, ai quali i Solisti danno voce, facendo e promuovendo, di fatto, educazione musicale destinata in particolare modo ai più giovani.

 

Consiglio di Amministrazione

Presidente
Andrea Astolfi

Consiglieri
Andrea Massimo Astolfi
Paolo Alessandro Biscottini
Guglielmino Cajani
Ferdinando Crovace
Enrico Dindo
Giovanni Iudica
Gabriele Pelissero
Lidia Redaelli
Antonio Sacchi

Collegio dei revisori

Presidente
Alessandro Atzeni

Revisori
Carlo Alberto Belloni
Giampiera Vecchi

Coordinamento e amministrazione
Manuela Filiberti e Marina Scipolo

Direttore Artistico
Enrico Dindo